90

La paura fa novanta

Sei a novanta, finalmente.
Ti riceve un’assistente
dallo splendido sorriso:
“Benvenuto in paradiso dopo il tuo lungo cammino,

piazzaiol girotondino.
Sono a tua disposizione
per qualunque informazionesul partito unificato,
democratico, creato,
con magnifica riuscita,
da Ds e Margherita.”

“Democratico è un partito
che dal basso vien gestito,
qui è la base che decide?”
L’assistente ti sorride,

muta… “Chi ha la leadership?”
“Ti presento i nostri vip:
Presidente…” Busto eretto:
“Molto lieto, Benedetto.”

“Segretario…” Un prete arzillo:
“Benvenuto, son Camillo.”
“Portavoce…” “Son Francesco.”
Tu, guardandola in cagnesco,

le domandi di Fassino:
“E’ esaurito,il poverino.
Fa uno stage in Vaticano
da apprendista sacrestano…”

“E sua moglie, Serafini?”
“E’ perpetua di Ruini.”
Vuoi saper di Mortadella…
“Si è seduto sulla sella

della bici e, pedalando,
a Bologna sta tornando.”
“E Bersani, il riformista?”
“Ammazzato da un taxista.”

Le domandi di D’Alema:
“Qui, per noi era un problema,
vive all’estero in attesa
di sposare Condoleezza,


per la qual d’amore brucia

ed a tempo perso inciucia.”
“E Parisi, l’ulivista?”
“Fa in Sardegna il cottimista.

Pianta ulivi in ogni dove,
quando è bello e quando piove.”
“La Melandri?” “Ha preso i voti.”
Chiedi d’altri nomi noti:

“Salvi e Mussi dove stanno?”
“Son scappati già da un anno,
loro e tutto il Correntone,
non gli andava la fusione…”

“E Veltroni, la speranza?”
“Del partito ne ha abbastanza,
fra un rosario e un’orazione
ora fa il capostazione

col berretto sulla crapa,
dopo averla offerta al Papa.”
Chiedi di Napolitano.
“Con martello e falce in mano

fa la statua al Quirinale.”
“Cofferati?” “E’ cardinale.”
“E la Turco?” “Sta a Morozzo.”
Mogio, soffochi un singhiozzo

ma ti senti disperato,
nuovamente ti ha fregato
la Democrazia cristiana.
La novanta si allontana

mentre scappi via correndo
da quell’incubo tremendo,
col terrore che ti schianta.
La paura fa novanta!90_vignetta

Lascia un commento