La fiera delle vanità

Bondi, Sandro

Nel numero 39 del 6 ottobre 2005 il settimanale Vanity fair riporta la poesia “A Silvio” che Sandro Bondi, portavoce di Forza Italia, ha scritto in onore di Berlusconi, in occasione dei suoi 69 anni.
Questo il testo: Vita assaporata / vita preceduta / vita inseguita / vita amata / vita vitale / vita ritrovata / vita splendente / vita disvelata / vita nova.

 

Su quel bel hebdomadaire
che ha per nom Vanity fair
la notizia è sconvolgente:
sta invecchiando il presidente,

Silvio ne ha sessantanove.
Sandro Bondi si commuove
e per festeggiar la meta
ad un tratto fa il poeta

e ci spiega che il Dottore
per la vita ha un grande amore.
Testo: “Vita assaporata,
vita nova, vita amata,

preceduta ed inseguita,
ritrovata e vital vita,
disvelata e risplendente.”
Nove vite ha il presidente.

Sandro Bondi è soddisfatto:
gliene dà due più che a un gatto.
Ma il poeta di talento
fu, purtroppo, disattento.

Fra le vite che elencò
Bondi due se ne scordò:
una vita rossonera
e una vita da galera.

Lascia un commento