Il mio Colle per un cavillo

Commenta | Leggi i Commenti

Monti:grazia per il Cavaliere.
(la Repubblica, 27 agosto 2013)
Casini: errore affrettare i tempi, decidiamo su un caso straordinario.
(ibidem)
Cavilli di razza.

(il Fatto Quotidiano, 27 agosto 2013)
Gli scudi umani di B. si moltiplicano (e il Colle benedice).
(ibidem)
“Legge Severino incostituzionale”, offensiva del Cavaliere in Giunta. In sei pareri memoria scritta.

(la Repubblica, 28 agosto 2013)
Ma la grazia rimane l’unica strada. Per sperare Silvio deve fare domanda.
(ibidem)
Piccoli Napolitano crescono.

(il Fatto Quotidiano, 28 agosto 2013)
Gli scudi umani arruolano le riserve della Repubblica.
(ibidem)

Il mio Colle per un cavillo


Passa il tempo e al Cavaliere,
che potrebbe decadere,
danno aiuto proprio in tanti
con i nomi altisonanti:


son costituzionalisti,
accademici, giuristi,
scudi umani, corazzieri,
saggi elastici, pompieri,


aspiranti successori
del campion dei malfattori,
fedelissimi del Colle,
tutti col cervel che bolle


per salvare il mascalzone
con l’ennesima eccezione
al rispetto della legge,
pur che non capisca il gregge


ormai stanco dell’affronto
di passar sempre per tonto.
Sono Onida e Capotosti
gli illustrissimi avamposti,


poi c’è il solito Violante,
c’è Ranieri, l’aiutante
e di Giorgio Re pupillo,
Monti che riappare arzillo,


Mauro con Togliatti in mente,
c’è Casini concorrente
come nuovo condottiero,
Paniz, sempre battagliero


quando è tempo di cazzate,
Dini, vip in altre date
ed infin Michele Vietti
viceré a tutti gli effetti.


Per salvar Sua Delinquenza
c’è chi parla di clemenza,
di Consulta, di amnistia,
c’è chi vuole buttar via


quella legge Severino
fino a ieri gioiellino,
chi con l’anima ferita
del caiman la dipartita


non potrà mai accettare.
E il Pd che vuole fare?
Epifani, il segretario,
nel suo dire è lapidario:


“Voterem contro il Nefando!”
Ok, ma, Guglielmo, quando?
Non è che, come in passato,
l’elettor verrà fregato


con dei giochi di parole?
Poiché è chiaro come il sole
che il ploton di frenatori
con intenti dilatori,


quelli col cervel che bolle,
prendon ordini dal Colle.
Non più con il cellulare,
facile da intercettare,


ma, magari, con l’ipnosi,
con gli sguardi un po’ imperiosi,
col pensiero, la magia,
col pizzin da buttar via.


Un sondaggio si propone:
decadrà il gran mascalzone
o si andrà avanti così?
Pessimsta? Ebbene, sì!


blog MicroMega, 30 agosto 2013

Torna al Titolo | Commenta | Torna al Menu'

1 Pensiero.

  1. A CARLO CORNAGLIA per i suoi tre ultimi capolavori :
    – IL MIO COILLE PER UN CAVILLO,
    – O LA BORSA O L’USCITA
    – COME TE NON C’E’ NESSUNO

    Di ritorno, stavolta contento,
    dalla mia cara, vecchia magione,
    dai paesi ove vissi il tormento
    e la gran giovanile illusione,

    ove spero i miei figli vorranno
    custodire i miei resti fra i cari,
    a lenire il fatidico danno
    del ludibrio che, insieme ai compari,

    pervicace ed ossèssivamente
    il Piazzista continua a fare
    del sentire comun della gente
    con l’ ASSURDO del suo “non mollare”,

    trovo tre … “lezioncine” di stile,
    di politica “ad alto livello”,
    di sferzate ai meschin baciapile
    che si stanno … “bevendo il cervello”

    inseguendo, con vil servilismo,
    lungo l’orrido del precipizio,
    con momenti di vero schiavismo
    il … “ducetto-signore del vizio”!

    Altro che “Senatore a vita” !
    Carlo, Tu veramente la onori
    questa Italia così rattrappita
    riscattandone gli alti valori,

    iniettando, con i tuoi poemi,
    la certezza più che la speranza
    che ‘sta banda di servi e di scemi
    perda, PRESTO, l’ASSURDA baldanza

    del “poter” dall’aspetto “pulito”
    ma dal marcio pattume interiore
    e il consenso che gli ha garantito
    due decenni di ASSURDO splendore !

    Delle tre poesie mi consola,
    di una seria e gioiosa emozione,
    ogni rigo e non c’è una parola,
    un’immagine, un paragone

    più che l’altro assai degno di lode !
    Certo, alcune batoste, in affondo,
    pei milion cui ‘sto schifo ci … rode
    son la cosa più bella del mondo !

    Ho paura, citandone alcuna,
    di far torto alle altre, per cui
    mille volte e poi mille + una
    me le gusto ridendo di …”lui”

    e sognando uno stadio gremito
    di una folla osannante il Tuo Verso,
    perché no (?!), dopo aver applaudito
    da sportivi, chi ha vinto e chi ha perso !

Lascia un commento