L’altolà di nonno Giorgio

Commenta | Leggi i Commenti

Amnistia, grazia o ammuina. Ecco tutte le scappatoie per B.
(il Fatto Quotidiano, 6 agosto 2013)
Mediaset, l’altolà di Napolitano. “Sull’agibilità di Berlusconi non ho preso alcuna posizione”.
Il capo dello Stato: questa è solo una fase di riflessione.
(la Repubblica, 7 agosto 2013)

Nasce il partitone dell’impunità per salvare il delinquente.
Napolitano nega di aver indicato vie d’uscita parlamentari, ma conferma di stare esaminando il caso B.
(il Fatto Quotidiano, 7 agosto 2013)

L’altolà di nonno Giorgio


Sua Maestà Napolitano,
ricattato dal caimano,
con il suo politichese
vuol salvar le larghe intese,


ammansir falchi e pitoni
e fregar tutti i coglioni
che volevan Silvio a nanna
dopo la fatal condanna.


“Decision? Sono ai preludi,
riflessioni, esami, studi
vuole un caso come questo.
Non mi pare certo onesto


affermar che un criminale,
condannato, resta tale
e che un perfido evasore
resta sempre un malfattore.


Studierò bene il problema
per trovar qual è il sistema
che non fa incazzar la gente
pur salvando il delinquente”.


Studian per il galeotto
amnistia, salvacondotto,
grazia, mutazion di pena,
onestà iniettata in vena,


leggi ad hoc, immunità,
sconti per la tarda età.
Ma son vane queste azioni,
visto che su Berlusconi


pioveran altre condanne
che varran più o meno, a spanne,
la perpetua interdizione
e dieci anni di prigione,


grazie a Ruby Rubacuori,
mercatin di senatori,
corruzion di testimoni
e favori ai suoi lenoni


per gli amori di una notte.
Il caiman che chiagne e fotte
a Re Giorgio chiederà
di aver l’agibilità


per salvar le larghe intese
per il bene del Paese.
Con il sì di Sua Maestà
tutto ricomincerà.


Non nei luoghi del potere,
ma all’ospizio fra un clistere,
una flebo, un pannolone
e, un bel dì, un’estrema unzione.


7 agosto 2013

Torna al Titolo | Commenta | Torna al Menu'

1 Pensiero.

  1. Consiglio a coloro cui dà ancora conforto la forza giovanile della memoria, di mandarla “a mente” e di recitarla agli ospiti più intelligenti ! Formidabile questo intellettuale ! Occuperà senz’altro uno dei primissimi posti nell’enciclopedia di coloro che, nella storia, “castigant ridendo mores” !
    A titolo di modesto e grato riconoscimento, gli dedico questa mia filastrocca :
    ” LO SCAPPELLOTTO”
    Sin dalla prima immagine mi prende
    un senso di piacer dell’intelletto :
    quel “Sua Furfanteria” s’erge e pretende
    la primazìa fra quanto scritto e letto

    in materia di satira e ironia
    negli ultimi decenni … in casa nostra !
    Io avrei scritto, al più, “Sua Fetenzia”
    e avrei reso “volgar” tutta … la giostra !

    Non soltanto “volgar” quanto violenta
    con la perdita secca del bel gusto
    del “sorridere” che fà una tormenta
    del flebile stormire d’un arbusto !

    Ma ciò dipende “solo” dal … fardello,
    quella dote per cui c’è un tal … Pierino
    che, maneggiando lo stesso pennello,
    a fronte d’un Picasso è un … imbianchino!

    Però pure costoro van lodati
    chè …”mantengon pulita la magione;
    come “minori” verranno citati
    fra i censor d’ogni bieco maneggione !

    Ma si torni, veloci, al … “lieto canto”
    che, sferzando su tutte le manìe,
    con tal finezza ch’è RISCATTO e VANTO
    dopo una settimana di idiozie,

    le mette alla berlina, mi sollazza
    e mi viene alla mente chi deterge
    laddove altri, ma con la … “ramazza”
    del letamaio che ancor ci sommerge,

    hanno asportato il … “grosso”, l’evidente,
    o chi colpisce a morte col fioretto
    anzicchè con la mazza o col tridente
    l’ostile cui lo strale sia diretto !

    Magari è la stessa l’emozione;
    la sensibilità può somigliare,
    può esser tale pur l’indignazione,
    la tenacia, la voglia di lottare,

    ma, sorseggiare il nettare divino
    dell’ironia in abito di seta,
    dello sberleffo a chi sta sempre chino
    sia per natura che …per vil moneta,

    è gustare un bicchiere di Barolo
    rispetto a un fiasco, pure genuino !
    Il nobile vitigno del Nebbiolo
    produce un sogno; gli altri, invece, … UN vino !

    Altra olezzante “rosa senza spina”
    che trovo deliziosa e raffinata :
    quella de “la bandana in naftalina” :
    lacrime ? Tante, ma per la risata

    che mi ha reso felice … dentro, in fondo !
    La … famiglia (?) ! Francesca, la zia Eva,
    e Katiuscia, Marina ! Un “re” del mondo
    cui, dalla prole che la BORIA alleva

    nella mente meschina del pezzente :
    presunzione, superbia, onnipotenza,
    delirio di arroganza incontinente,
    spacconeria, volgarità, indecenza,

    svezzate col veleno del denaro
    a fiumi (ma …. “ignorando” la …. sorgente),
    è venuto, oh ignobile bovaro,
    il disprezzo della migliore gente,

    fra cui spero poter RIannoverare
    non solo Clio ma pure il Presidente
    se non si lascerà abbindolare
    da ‘sto pregiudicato delinquente !

    GRAZIE, CARLO, compositor grandioso
    non solo perché c’hai la fantasia
    ma perché sei “castigator … furioso”
    con signorile garbo e leggiadria !

    Lo scappellotto lievemente inferto
    con algido disprezzo e sufficienza
    ferisce il presuntuoso, questo è certo,
    sgonfiandone la tronfia supponenza,

    più che una bastonata sulla fronte,
    più della frusta sulla nuda schiena;
    prosciuga d’ogni amor qualunque fronte,
    suscitando rancori e tanta pena !

Lascia un commento