L’esculation

27 febbraio 2011

Si può ben dir sia stata fortunata
la giovane Karima, nipotina
di Mubarak fra i siculi approdata
quando ancora non era birichina.

Nonostante le ricchezze del fratello,
vive il babbo in onesta povertà,
ma a Ruby, dal carattere monello,
quella misera vita giù non va

ed incomincia allora in tutta fretta
a frequentar concorsi di bellezza,
sognandosi un doman che le permetta
passaporto, una casa e gran ricchezza.

A “Una ragazza per il cinemà”,
a Sant’Alessio siculo un concorso,
ha il cul di trovar Fede che le dà
un paterno, amorevole soccorso.

Comincia una scalata senza fine:
entra nell’entourage di Lele Mora,
gran talent scout di gnocche e di sgualdrine,
s’introduce colà dove lavora

Nicole Minetti, in cerca di mignotte,
è opinion dei pm di Milano,
da reclutar per far lieta la notte
di un drago che fa il premier italiano.

L’offerta è passaporto, soldi e alloggio
in cambio dell’amor da minorenne
da dare ad un vecchietto che fa sfoggio
del desiderio degno di un ventenne,

ma col resto usurato per l’età.
Dopo le notti a spegnere il desio
di chi sembra il papà del suo papà,
fu nipote di nonno e non di zio…

Lascia un commento